Dl fisco, Fraccaro: con scudo anti-spread sistema più solido

23 novembre 2018

“L’emendamento sulle Bcc aderenti alla capofila Raiffeisen della provincia autonoma di Bolzano, approvato in Commissione Finanze al Senato, rende più sicuro e più solido il sistema del credito cooperativo del Trentino - Alto Adige. Le banche del territorio svolgono un ruolo fondamentale nel tessuto sociale ed economico del Paese e questo intervento tutela la natura mutualistica delle Bcc, da sempre cuore pulsante dell’economia”. Lo afferma il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta, Riccardo Fraccaro. “L’obiettivo del Governo – aggiunge - è quello di garantire l’autenticità del credito cooperativo. Le Bcc altoatesine e trentine potranno adottare sistemi di tutela istituzionale come avviene in Germania, mettendosi così al riparo dai rischi della speculazione e alle oscillazioni dello spread. Inoltre, con questo emendamento presentato dalla maggioranza nel Dl fiscale, è stata rafforzata la vigilanza sui nuovi gruppi al fine di scongiurare eventuali scalate, magari da parte di banche straniere, a danno dei risparmiatori”. “Lo norma anti-spread, oltre che per banche e società finanziarie non quotare, si estenderà anche alle assicurazioni – prosegue Fraccaro – che saranno escluse dall’obbligo di adottare i principi contabili internazionali e potranno valutare i titoli di Stato che detengono in maniera durevole al valore di iscrizione risultante dall’ultimo bilancio di mercato e non al valore di mercato”. “Con questi interventi – conclude Fraccaro - il Governo vuole sostenere le banche del territorio e le assicurazioni, affinché possano continuare a gestire ed erogare crediti e polizze in favore di risparmiatori, famiglie e imprese”.

Torna all'inizio del contenuto